Il Convento

 

LA STORIA

La fondazione del primo convento porta la data 1550, costruito in contrada “Semini”. Ma i frati dovettero subito lasciarlo. Nel Capitolo Provinciale tenutosi a Vizzini il 28 giugno 1585, infatti chiesero ed ottennero la licenza di costruire un nuovo convento più vicino e più consono ai bisogni della città. La nuova costruzione, ubicata accanto alla chiesetta della Madonna d’Odigitria, ebbe termine nel settembre del 1598. Nel 1606 maturò la vocazione e la santità del Servo di Dio P. Innocenzo Marcinò da Caltagirone. Nel 1866, in seguito alla soppressione, i frati furono costretti a lasciare il convento e la chiesa che furono riaperti molto più   tardi, addirittura il 14 novembre 1955. Per ricordare il 530° anniversario della morte di P. Innocenzo è stato innalzato un Monumento. La base in marmo alta sei metri e la statua in bronzoalta due metri. La presenza dei frati si caratterizza soprattutto nel promuovere la devozione al Servo di Dio e nell’accoglienza semplice e premurosa dei pellegrini che accorrono numerosi per visitare anche il Presepe Monumentale permanente allestito nella cripta sotto la Chiesa.